Arcari-Corsi-Salis

Mario Arcari Formidabile oboista (ma anche clarinettista e sassofonista),musicista di formazione classica si diploma in oboe nel 1976 al Conservatorio di Milano. Comincia da subito ad esplorare ambiti musicali diversi: in orchestre sinfoniche e liriche, in complessi da camera, dall’avanguardia colta al Free Jazz, dalla musica popolare alla canzone d’autore. Come polistrumentista inizia a collaborare con Moni Ovadia nel “Gruppo Folk Internazionale - Ensemble Havadià ”, con Mauro Pagani nel ‘78 in un disco “storico” cui partecipano Demetrio Stratos, Teresa de Sio, gli AREA, Canzoniere del Lazio e PFM. Dagli anni ‘80 suona in una delle prime orchestre “eterodosse” del jazz italiano: la “DOM” di Dino Mariani, nei “Six Mobiles” di Roberto Ottaviano, nel “Gruppo Contemporaneo” di Guido Mazzon. A Vienna dal ’86 invece al fianco di musicisti come Paul Bley, Steve Lacy, Ran Blake, Barre Phillips, Radu Malfatti, Phil Minton. Nel progetto dell’Holland Festival con Guus Janssen, Ernst Reijseger e Gerry Hemingway, nelle "conduction” di Butch Morris a “Verona Jazz” ma anche, a conferma della sua capacità di passare con sapiente ingenuità da un genere all’altro, in molti dischi e tourneè di Ivano Fossati e Fabrizio de Andrè, così come in produzioni di compositori contemporanei come: Louis Andrissen, Piero Milesi, Ludovico Einaudi, Pietro Pirelli, per “Nuova Consonanza” e “Sentieri Selvaggi”, nell’orchestra di “Parma Jazz Frontiere” diretta da Roberto Bonati. Armando Corsi Chitarrista Polistrumentista per il quale qualsiasi ancia di derivazione etnica non ha segreti. La chitarra che sorride. Così gli addetti ai lavori definiscono questo musicista riservato ed apparentemente introverso. Quarant’anni anni di musica che iniziano nelle vecchie osterie di Genova dove gli anziani si radunavano la domenica tra ballate dialettali e brani classici; che passano attraverso l’America Latina con le grandi compagnie di crociera e tanta attenzione per musicisti come J. Gilberto, A.C. Jobim, A. Piazzolla e giungono a collaborazioni che, partendo da Paco De Lucia e Anna Oxa, arrivano fino ad Ivano Fossati con il quale divide quattro anni di tournèe. Antonello Salis Fisarmonicista, pianista e compositore italiano.A sette anni il nonno gli regala una fisarmonica giocattolo, che egli imparò a suonare da autodidatta, come in seguito anche il pianoforte e l'organo Hammond. Incomincia ad esibirsi con la fisarmonica in giro per la Sardegna nelle feste di paese e dopo il trasferimento ad Alghero nel 1973, forma il gruppo musicale de I Cadmo insieme a Riccardo Lay (basso elettrico) e Mario Paliano (batteria), con i quali si spostò a Roma nel 1975 incidendo un primo 33 giri nello stesso anno (Boomerang) e un secondo nel 1977 ("Flying over Ortobene Mount on July Seventy-seven"). Con il gruppo de I Cadmo entrò in contatto con numerosi musicisti e in particolare con Lester Bowie e l' Art Ensemble of Chicago. Nel 1978 Salis debuttò suonando il piano da solista a Roma presso il cinema "Adriano", in una serata dove si esibirono in duo Lester Bowie e Don Moye e da solo Roscoe Mitchell. Al gruppo de I Cadmo si erano aggiunti il sassofonista Sandro Satta e il trombonista Danilo Terenzi: divenuto un quintetto, mutò nome in G.R.A.. Dal 1979 Salis suonò nel quartetto di Marcello Melis, esibendosi spesso al Music Inn di Roma. Nel 1995 con Paolo Fresu e Furio Di Castri ha costituito il trio P.A.F.. Salis ha collaborato e collabora tuttora con numerosissimi artisti di fama internazionale come Francis Kuipers, Massimo Urbani, Enrico Rava, Paolo Fresu, Rita Marcotulli, Evan Parker, Javier Girotto e gli Aires Tango, Anouar Brahem, Michel Portal, Don Cherry, Don Pullen, Billy Hart, Ed Blackwell, Billy Cobham, Horacio "El negro" Hernandez, Han Bennink, Naná Vasconcelos, Cecil Taylor, Pat Metheny e tanti altri. Questo formidabile trio è l'anima del progetto “Milonga secondo Matteo”. Questo album ripropone parte della colonna sonora del lavoro teatrale “Tango Barbaro” con l'attrice italiana Mariangela Melato.





Arcari-Corsi-Salis

MILONGA SECONDO MATTEO
SSB 006 - SENSIBLE